Cliccare per più informazioni


 

 

www.fucs-rsm.com

www.depaz.it

www.depaz.it

La Comunità

La Comunità

Informazioni utili

Informazioni utili

Festività

Festività

Orari Shabbat

Orari Shabbat

Attività

Attività

Eventi

Eventi

Cultura Ebraica

Cultura Ebraica

Comunicazioni

Comunicazioni

 
Menu principale
Home
Cerca
La Comunitą
Informazioni Utili
Festivitą
Orari Shabbat
Attivitą
Eventi
Cultura ebraica
Comunicazioni

Tisha Beav: 5 agosto 2014

/index.php?option=com_content&task=view&id=56

 

http://www.conisraele.it/



Benvenuto nel sito della Comunità Ebraica di Bologna





 

 

 

 

 
Shabbat MATTOT (19 luglio 2014)

Di Rav Alberto Sermoneta

La parashà inizia, affrontando un problema che difficilmente viene descritto dalla Torà: quello relativo ai voti e alle promesse.

Chi esprimeva la volontà di offrire qualcosa, o prometteva di offrire un qualcosa, aveva il dovere di mantenere.

La Torà attraverso queste espressioni ci insegna che è meglio, piuttosto che promettere e non mantenere, non promettere affatto.

In un altro passo troviamo scritto:

"Mozzà sefatekha tishmor ve asita - Ciò che esce dalla tua bocca osserverai e farai".

 

Leggi tutto...
 
I civili in Israele sono in pericolo


Israele sta di nuovo attraversando un periodo difficile nella sua storia. L’intera popolazione rischia la vita a causa del lancio dei missili di Hamas verso Israele.

Il KKL vuole aiutare il Paese a rinforzare i sistemi di sicurezza.

Sii partecipe di questo momento:
- chiamando lo 06 8075653
- chiamando lo 02 418816
- facendo una donazione online

Messaggio di Raffael Sassun, Presidente del KKL Italia:
Israele è sotto l’attacco di migliaia di razzi e missili, che con il tempo diventano sempre più sofisticati e con gittata più lunga.
Come tutti sappiamo, Israele ha iniziato l’operazione Protective Edge per cercare di riportare la calma nelle città, soprattutto quelle del Sud, da sempre più martoriate.

Dagli avvenimenti di questa ultima settimana possiamo trarre alcune considerazioni.
Israele è forte grazie al supporto di tutto il popolo ebraico. La popolazione civile si sente molto vicino all’esercito con cui collabora, ognuno nei limiti delle proprie possibilità. Così succede che Dror Hanin, di trentasette anni e padre di tre bambini, perda la vita per portare ai soldati dislocati al confine con Gaza dei dolci preparati in casa, ma soprattutto per portar loro un po’ di conforto, come solo un genitore sa fare.
Il sistema Iron Dome, fortemente osteggiato alle sue prime presentazioni sia in Israele che negli USA, si è dimostrato un sistema estremamente efficace contro il lancio indiscriminato di missili, tanto che gli Stati Uniti hanno appena deliberato un nuovo stanziamento per lo sviluppo di questo metodo di difesa.
Non ci sono state altre vittime grazie a Iron Dome e grazie alla collocazione capillare nel territorio di rifugi e aree protette. Ciò non significa che non ci siano stati danni. Migliaia di missili hanno leso non solo i palazzi, ma anche la sanità mentale, la tranquillità dei cittadini, dei bambini che hanno attacchi di panico non appena sentono una sirena, degli anziani che temono di non farcela ad arrivare a ripararsi in tempo.

Il Keren Kayemeth LeIsrael è stato chiamato da quasi tutte le emergency room delle varie città, e si è immediatamente adoperato per aiutare i civili coinvolti.
Costruiamo rifugi mobili, tettoie di autobus protette, aree salvaguardate nelle scuole, punti di incontro nelle basi militari per i soldati e loro famiglie. Organizziamo attività per i bambini che devono vivere per ore nei rifugi.
Abbiamo il dovere di aiutare chi ha bisogno di aiuto.
Si dice che nel Medio Oriente non succeda nulla finché non è successo.
Facciamo che succeda.

 

 

 
Notturni ebraici sul filo della storia - Passeggiate guidate (luglio 2014)
Tornano le tradizionali passeggiate guidate serali del Museo Ebraico di Bologna lungo l’itinerario ebraico in città. Giovedì 3 - 10 - 24 - 31 luglio, alle ore 21.30, con ritrovo presso la sede del museo, in via Valdonica 1/5, visite guidate condotte da Franco Bonilauri, direttore MEB, e Vincenza Maugeri, vicedirettore MEB.

giovedì 3 luglio, ore 21.30

Gli Sforno: vita familiare e comunitaria (XV-XVI secolo)

a cura di Vincenza Maugeri, vicedirettore MEB


giovedì 10 luglio, ore 21.30
Ovadiah Sforno, un intellettuale ebreo nella Bologna del Cinquecento

a cura di Franco Bonilauri, direttore MEB


giovedì 24 luglio, ore 21.30
Il ghetto 1555 – 1592: una vita separata

a cura di Vincenza Maugeri, vicedirettore MEB


giovedì 31 luglio, ore 21.30
Achille Bocchi, un intellettuale non ebreo per la cultura ebraica (XVI sec.)

a cura di Franco Bonilauri, direttore MEB


non occorre la prenotazione

attività gratuita
 
Cultura ebraica: i principi fondatori del giudaismo

Unità divina
Il monoteismo è il principio fondatore del giudaismo. Si esprime nella professione di fede contenuta nella preghiera dello Shemà: “Ascolta Israele, L’Eterno è il nostro Dio, l’Eterno è uno” (Deut. 6: 4). Il monoteismo ebraico implica l’esistenza di un Dio assoluto, personale, che conferisce un valore fondamentale agli obblighi morali, rivelando la Torah al suo popolo e intervenendo attivamente nella Storia.

Leggi tutto...
 

 

 


Orario funzioni in Tempio per Shabbat

Orario estivo
Venerdì sera:
- Lezione: 18.30
- Funzione: 19.00
Sabato mattina:
- Funzione: 9.00


 

SHABBAT

Shabbat 26 luglio 2014
Mas'è
Si annuncia Rosh Chodesh
Inizio shabbat:
20:31
Fine shabbat:
21:44
Parashà:

Num. 33,1-36,13

Haftarà:

Gios. 19,51-21,3

- Le 42 tappe dell’Esodo
- Le ultime tappe: morte di Aronne e attacco di Amalèk
- Ingresso nel paese
- I confini del paese
- I capi scelti per la spartizione del paese
- Città per i Leviti
- Città rifugio per l’uccisore involontario
- Norme per l’uccisore volontario e per quello involontario
- Il possesso ereditario deve essere conservato

 

 

© 2014 Comunitą Ebraica di Bologna
sito realizzato da Metiorplan Consulting srl