Cliccare per più informazioni


 

 

www.fucs-rsm.com

www.depaz.it

www.depaz.it

La Comunità

La Comunità

Informazioni utili

Informazioni utili

Festività

Festività

Orari Shabbat

Orari Shabbat

Attività

Attività

Eventi

Eventi

Cultura Ebraica

Cultura Ebraica

Comunicazioni

Comunicazioni

 
Menu principale
Home
Cerca
La Comunità
Informazioni Utili
Festività
Orari Shabbat
Attività
Eventi
Cultura ebraica
Comunicazioni

Purim: 5 marzo 2015

/index.php?option=com_content&task=view&id=56

 

http://www.conisraele.it/



Benvenuto nel sito della Comunità Ebraica di Bologna





Aspettando Purim (5 marzo 2015)

 

 

 

 

 
Shabbat TEZZAVVÈ (28 febbraio 2015)

Di Rav Alberto Sermoneta

Shabbat Zakhor


Un famoso proverbio ebraico romano insegna: “Tezzavvè, Purim se ne viè Ki tissà, Purim se ne va”- la festa di Purim infatti, si trova a cavallo di queste due parashot.


Nella parashà che leggeremo questo shabbat per la prima volta si verifica una cosa che dall'inizio del libro di Shemot fino alla fine del libro di Devarim, non accadrà mai più: non viene mai menzionato il nome di Moshè.

Eppure è lui che ha scritto tutta la Torà ed è a lui che è diretto l'imperativo divino, all'inizio proprio della parashà: “Veattà tezzavvè – E tu comanda...”; per tutto il resto mai, nemmeno una sola volta troviamo nominato il nome Moshè.



Leggi tutto...
 
Festività di Purim 5775 (5 marzo 2015)
Quest'anno 5775, la festività di Purim avrà luogo il 5 marzo 2015 (vigilia 4 marzo). Il Digiuno di Ester è il mercoledì 4 marzo (inizio 5.21, fine 18.40).

La festa di Purim di Rav Alberto Sermoneta
Orario officiature 5775
(services time)

Recita dei bambini: domenica 1 marzo 2015 ore 17
Mercatino ADEI-WIZO: domenica 1 marzo 2015 dalle ore 11 alle 18

 

Leggi tutto...
 
Incontro "Vittorio Dan Segre (1922 - 2014): l’ebreo che voleva essere eroe" (5 marzo 2015)
Presso il Museo Ebraico di Bologna
Ore 17.00
Via Valdonica 1/5

ne parlano:
Alberto Cavaglion, Università di Firenze
Francesca Sofia, Università di Bologna
Un omaggio a Vittorio Dan Segre, diplomatico, scrittore, giornalista, scomparso di recente a Torino a 92 anni, un protagonista del Novecento che ha incarnato la sovrapposizione tra Risorgimento italiano e sionismo ebraico. Dan Segre ha scritto di ritenersi fortunato e cioè capace di vedere la propria vita, lunga e avventurosa, come un intreccio di due fili. Un primo filo forte, misterioso, oscuro, quello tessuto dal destino: la nascita in una famiglia ebraica piemontese, dapprima prospera e poi in declino; le leggi razziali, l’emigrazione in Palestina, la guerra e la lotta per l’indipendenza d’Israele, il servizio diplomatico in giro per il mondo. E poi un secondo filo, altrettanto resistente, quello delle proprie scelte: l’attività di giornalista e di scrittore, l’insegnamento in prestigiose università, la fama di commentatore politico, tutte testimonianze di un impegno voluto e costruito con tenacia.
 
Incontro "Donne nell’ebraismo: Giuliana Coen in arte Roberta di Camerino " (8 marzo 2015)

Presso il Museo Ebraico di Bologna
Ore 16


ne parlano:

Roberta Camerino, Fondazione Roberta di Camerino,
Vincenza Maugeri, direttore MEB
Ines Miriam Marach, presidente ADEI-WIZO Bologna
in collaborazione con adei-wizo Bologna

Era la fine della seconda guerra mondiale quando la veneziana Giuliana Coen (1920-2010) fondava la sua griffe con un’etichetta che metteva insieme il nome di Roberta, dato alla figlia, e Camerino, il cognome del marito.
Noto in tutto il mondo il logo dell'azienda: una cintura intrecciata a formare una lettera «r» maiuscola. La maison è conosciuta per la produzione di accessori ed abiti d'alta moda, in particolare tailleur con motivi di stile trompe-l'œil, cinte, foulard e borse in velluto a comparti verdi, rossi e blu e ricamate in oro e a stemmi.
Queste borse - la più celebre quella conosciuta come borsetta Bagonghi - furono ideate dalla di Camerino nel periodo trascorso in Svizzera durante gli anni del secondo conflitto mondiale, dove la famiglia veneziana dei Coen aveva trovato rifugio dalle persecuzioni fasciste.

 
"Cinema ed ebraismo: women in love" (dal 12 novembre 2014 al 1 aprile 2015)
Cinque incontri che propongono frammenti e sfumature di identità femminili calati in diversi contesti. La scelta degli spezzoni punta su prodotti filmici più indicativi a evidenziare i tratti della società ebraica attuale capace anche di descrivere il mondo delle donne ebree con una visione diversa da certi stereotipi e convenzioni.

Quarto incontro: 4 marzo 2015 ore 15

Casa e Talmud, un modo a parte?


Presso il Museo Ebraico di Bologna
 
 
Via Valdonica 1/5
Per conoscere date e temi degli altri incontri, consultare il
sito del Museo.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 6 di 9


 

Orario funzioni in Tempio per Shabbat

Orario invernale
Venerdì sera:
- Lezione: 18.00
- Funzione: 19.00
Sabato mattina:
- Funzione: 9.00

 

SHABBAT

Shabbat 7 marzo 2015
Ki Tissà
Inizio shabbat:
17.53
Fine shabbat:
19:00
Parashà:
Es. 30,11-34,35
Haftarà:
1 Re 18,20-39

- Divieto di fare il censimento diretto
- Offerta di mezzo shékel
- Indicazioni per la conca di rame
- L’olio dell’unzione
- L’incenso
- Gli artigiani del Mishkàn: Betzalèl e Aholiàv
- Obbligo di osservare lo Shabbàt
- Il popolo fa costruire il vitello d’oro
- Mosè placa l’ira del Signore
- Mosè scende dal monte e spezza le tavole
- Quelli che hanno peccato vengono colpiti
- Mosè intercede per Israele
- Il Signore annuncia la sua punizione
- Spostamento della tenda del convegno
- Mosè chiedere di conoscere le vie del Signore
- La gloria divina si rivela a Mosè
- Mosè intaglia le seconde tavole
- I tredici attributi della misericordia del Signore
- Il Signore rinnova il patto
- Proibizione dell’idolatria e altre disposizioni
- Mosè scende dal popolo con le nuove tavole
- Il volto di Mosè divien raggiante


 

 

 

© 2015 Comunità Ebraica di Bologna
sito realizzato da Metiorplan Consulting srl