Home » Senza categoria » Conto salato per i libri di testo

Conto salato per i libri di testo

5 settembre 2016

Fatta eccezione per il periodo delle elementari – i cui testi sono forniti dallo Stato, ma si parla comunque di almeno 150 euro di spesa – pronti via per quadernoni, zaini, astucci e quello che ci sta dentro. Le associazioni a difesa dei consumatori hanno calcolato che le famiglie quest’anno spenderanno un migliaio di euro per i libri e la cancelleria. I testi scolastici occupano una sostanziosa parte della somma.

La grande distribuzione, ormai in pista da svariato tempo nel settore scolastico, continua a essere presa d’assalto da famiglie e studenti. Nei soli punti vendita Coop di Baragalla (al suo primo anno d’apertura) e Meridiana, le prenotazioni sono state seimila. Cresce in particolare la richiesta on line. E nel prossimo fine settimana ci sarà la possibilità anche di lasciare libri usati da mettere a disposizione delle famiglie indigenti.

A proposito, i mercatini dell’usato continuano a essere una buona soluzione per arginare il caro-libri. A Reggio fino a ottobre inoltrato terranno aperto in varie sedi di circoli e associazioni. ‘Melius’ è da pochi giorni in via Martiri di Cervarolo e già decine di persone hanno depositato o richiesto testi.

Facebook TG Reggio

‘); ondemand_block_ajax_call(get_id, get_tab_text); }); function ondemand_block_ajax_call(id, tab_text) { jQuery.ajax({ type: “POST”, url: “https://web.archive.org/web/20170111191354/http://www.telereggio.it/wp-admin/admin-ajax.php”, data: { ‘action’ : ‘home_demand_area’, ‘term_id’ : id, ‘tab’ : tab_text }, success:function(data) { jQuery(show_content_selector).html(data); }, error: function(errorThrown){ console.log(errorThrown); } }) }