Preghiera per la pace in Terra Santa

Fratelli e sorelle carissimi, la parola di Dio ci sprona a riporre totale fiducia nel Signore Gesù: è Lui la nostra speranza. Per Lui innalziamo la nostra implorazione al Padre dell’unità e della pace, confortati dal desiderio unanime delle Chiese d’Oriente e d’Occidente e sostenuti dall’intercessione di Maria, nostra avvocata.

Per tutti coloro che si adoperano con tutte le loro forze a costruire la pace nella Terra Santa: Perché un cantiere così difficile nei luoghi dove il Signore Gesù ha patito, è morto e risorto, sia sostenuto indefessamente e risolutamente da tutti i credenti in Cristo, preghiamo.

Per i capi dei popoli e i responsabili delle nazioni: perché non lascino nulla d’intentato per spezzare la logica di guerra e, lottando contro ogni forma di terrorismo, razzismo e nazionalismo, si prodighino per il rispetto dei diritti e della dignità di ogni uomo e la ricerca del bene comune, preghiamo.

Per tutti coloro che riconoscono Abramo come Padre della fede, Ebrei Cristiani e Musulmani: perché nell’accoglienza reciproca, nel mutuo rispetto, nella serena convivenza, sia tolta ogni incomprensione e ostacolo, ogni vendetta e ritorsione a tutti collaborino a costruire la pace, preghiamo.

Per le popolazioni della Terra Santa colpite dalla prova e dalla sofferenza, per i feriti, gli inermi, gli indifesi: perché si plachi la spirale di violenza e ci si adoperi perché i combattenti di tutti i fronti non cadano nella rassegnazione, ma coltivino pensieri di solidarietà e di ricostruzione, preghiamo.

Per le famiglie, i bambini e i giovani, travolti dagli eventi, perché non sia distrutta e tradita la loro speranza di un futuro dove l’altro è fratello, dove il patrimonio culturale è un bene da conservare e sviluppare, dove la terra e il creato sono preziosi beni comuni.

Per la nostra assemblea perché: mentre affidiamo al Dio dei nostri padri i troppi e numerosi defunti e il grido dei sofferenti, ci impegniamo nello Spirito del Signore a ricercare, promuovere e operare l’unità e la pace, preghiamo.

Padre Santo, tu che vedi la fragilità e il limite della creatura umana, accogli la nostra supplica fiduciosa e pressante, il canto del salmista nella sofferenza, la voce dei profeti nel tempo della calamità. Ricordati del grido di perdono del tuo Figlio sulla croce e di tutti abbi pietà e misericordia. Egli vive e regna nei secoli dei secoli.

Amen.